Esercitazioni nucleari al confine tra Russia e Ucraina

Esercitazioni nucleari al confine tra Russia e Ucraina: Mosca lancia un avvertimento all'Occidente.

Mosca lancia un avvertimento all'Occidente

Versione audio dell'articolo:
Esercitazioni nucleari al confine tra Russia e Ucraina: Mosca lancia un avvertimento all'Occidente..
Durata: 7min e 58sec

La risposta di Mosca arriva dopo le dichiarazioni di escalation degli alleati statunitensi sul conflitto ucraino

Il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato lunedì 6 maggio un'esercitazione lampo per l'uso di armi nucleari tattiche nel Distretto militare meridionale, che confina con l'Ucraina.

L'esercitazione vuole essere un avvertimento agli Stati Uniti e ai loro alleati a non inasprire ulteriormente il conflitto in Ucraina, hanno sottolineato i ministeri degli Esteri e della Difesa di Mosca in alcune dichiarazioni pubbliche.

Sebbene l'Occidente abbia accusato la Russia di fare minacce nucleari in diverse occasioni, la dottrina nucleare di Mosca è stata definita nel luglio 2020 e rimane invariata, come ha ripetutamente affermato il Cremlino.

Esercitazioni lampo

L'obiettivo delle esercitazioni è quello di "chiarire gli aspetti pratici della preparazione e del dispiegamento di armi nucleari non strategiche", nonché di rafforzare la prontezza delle attrezzature e del personale, "al fine di garantire l'integrità e la sovranità della Russia", ha dichiarato lunedì il Ministero della Difesa russo.

Le esercitazioni si svolgeranno nel Distretto militare meridionale, che confina direttamente con l'Ucraina. Con sede a Rostov-sul-Don, è il più piccolo dei distretti militari russi e comprende la Crimea, il Caucaso, le regioni di Rostov, Volgograd e Krasnodar, nonché le regioni di recente ammissione della Repubblica Popolare di Donetsk (DPR), della Repubblica Popolare di Lugansk (LPR), di Kherson e di Zaporozhye.

L'arsenale nucleare tattico della Russia

Le testate con una potenza in chilotoni, come quelle utilizzate dagli Stati Uniti contro le città giapponesi di Hiroshima e Nagasaki nell'agosto 1945, sono oggi considerate armi nucleari tattiche.
Sono destinate all'uso contro obiettivi sul campo di battaglia, che si tratti di formazioni militari sul campo o di postazioni di combattimento fortificate.

Iskander-M SRBM
Lanciatore Iskander-M SRBM

Le testate nucleari tattiche con potenze da 5 a 50 chilotoni possono essere montate sui sistemi missilistici balistici tattici ipersonici a corto raggio 9M-723, o sui suoi missili da crociera a lungo raggio 9M-728, entrambi lanciati dal lanciatore russo Iskander-M.

Testate simili possono essere installate sui missili balistici aviolanciati ipersonici come il Kh-47 Kinzhal, e sui missili supersonici da crociera Kh-32, entrambi in dotazione ai bombardieri russi.

Anche un certo numero di sistemi di artiglieria russi possono sparare testate nucleari tattiche, di potenze da 2 a 2,5 chilotoni, installate nel loro munizionamento da 152 mm e da 240 mm.

Si stima che la Russia disponga di quasi 6.000 testate nucleari di varia potenza. Già un numero imprecisato di testate nucleari tattiche era stato dislocato in Bielorussia lo scorso anno, in risposta alla consegna di munizioni all'uranio impoverito in Ucraina da parte dei membri della NATO.

Gli Stati Uniti hanno circa 180 bombe nucleari tattiche dislocate in sei basi in Europa: due in Italia (ad Aviano e Ghedi) e rispettivamente di una in Belgio, Germania, Paesi Bassi e Turchia. Il governo di Varsavia ha espresso la volontà di ospitare tali armamenti, e Mosca ha risposto che considererà la Polonia un obiettivo prioritario (come del resto lo sarebbero le altre basi citate in precedenza).

Messaggio all'Occidente

Le esercitazioni nucleari tattiche si svolgono "nel contesto delle recenti dichiarazioni belligeranti dei funzionari occidentali e delle azioni fortemente destabilizzanti intraprese da alcuni Paesi della NATO" in relazione al conflitto in Ucraina, ha dichiarato lunedì il Ministero degli Esteri russo.

La politica del blocco guidato dagli Stati Uniti di infliggere una "sconfitta strategica" alla Russia la sta portando verso "un'ulteriore escalation della crisi ucraina verso uno scontro militare aperto" tra la NATO e Mosca, ha aggiunto il ministero.

A titolo di esempio, il ministero ha citato le dichiarazioni polacche sul possibile stazionamento di armi nucleari statunitensi in Polonia, ma anche la recente posizione della Francia in materia nucleare nonché le dichiarazioni del presidente Emmanuel Macron sulla possibilità di inviare soldati francesi e di altri Paesi della NATO in Ucraina.
La dottrina nucleare della Russia

Secondo il decreto firmato dal Presidente Vladimir Putin nel luglio 2020, l'arsenale nucleare di Mosca è destinato a scoraggiare le aggressioni esterne contro la Russia.

La dottrina è "di natura difensiva, volta a mantenere il potenziale delle forze nucleari a un livello sufficiente a garantire la deterrenza nucleare, e garantisce la protezione della sovranità e dell'integrità territoriale dello Stato, dissuadendo un potenziale nemico dall'aggressione contro la Federazione Russa e (o) i suoi alleati, e - in caso di conflitto militare - prevenendo l'escalation delle ostilità e la loro cessazione in termini accettabili per la Federazione Russa e (o) i suoi alleati".

La Russia considera le armi nucleari "esclusivamente come un mezzo di deterrenza" e considera il loro uso "una misura estrema e forzata", specifica il decreto.

La dottrina delinea le condizioni in cui il presidente russo sarebbe giustificato ad autorizzare l'uso di armi atomiche. Di particolare importanza è la sezione 17, che stabilisce che la Russia "si riserva il diritto di usare armi nucleari in risposta all'uso di armi nucleari e di altri tipi di armi di distruzione di massa contro di essa e/o i suoi alleati, così come in caso di aggressione contro la Federazione Russa con armi convenzionali, quando l'esistenza dello Stato stesso è a rischio".

Rivendicazioni e controdeduzioni

Più volte, dall'escalation del conflitto ucraino nel febbraio 2022, gli Stati Uniti hanno accusato la Russia di aver fatto tintinnare le sciabole nucleari e di aver persino preso in considerazione l'uso di armi nucleari tattiche contro il governo di Kiev. Mosca ha ripetutamente respinto tali affermazioni come speculazioni prive di fondamento. Ad esempio, a marzo un giornalista della CNN ha affermato che Washington ha iniziato a "prepararsi rigorosamente" alla possibilità che la Russia usasse armi nucleari in Ucraina alla fine del 2022, mentre le forze di Kiev avanzavano a Kharkov e Kherson.
Tuttavia, il Presidente russo Vladimir Putin aveva dichiarato in un'intervista che "non gli è mai venuto in mente di usare armi nucleari tattiche" nonostante le "varie situazioni" emerse sul campo di battaglia.

- Mosca 29 febbraio 2024 - Il presidente Putin mette in guardia l'occidente sui pericoli derivanti dall'arsenale nucleare russo
- Mosca 29 febbraio 2024 - Il presidente Putin mette in guardia l'occidente sui pericoli derivanti dall'arsenale nucleare russo

In un discorso ai legislatori russi alla fine di febbraio, Putin ha accusato l'Occidente di flirtare con il disastro nucleare. "Tutto ciò che stanno escogitando ora, con cui stanno spaventando il mondo, rappresenta davvero la minaccia di un conflitto con armi nucleari e, quindi, la distruzione della civiltà. Non lo capiscono?", aveva detto all'epoca il presidente russo.

All'inizio dell'anno, mentre il Congresso discuteva la legge sugli aiuti militari a Kiev per 61 miliardi di dollari, gli Stati Uniti hanno lanciato accuse non meglio specificate su una capacità nucleare russa segreta nello spazio. Il Cremlino ha smentito tali voci definendole false.

Supporto a B17tv

IL TUO SUPPORTO È FONDAMENTALE PER MANTENERE ACCESA B17tv.

DONAZIONI in Giugno 2024
0
/ 1500€
Dal 1° Giugno, B17tv ha raccolto 320 EURO, ovvero circa il 21,3% del budget mensile necessario per portare avanti il lavoro di B17tv.
SOSTENITORI in Giugno 2024
0 sostenitori

💖 Grazie per il tuo sostegno! 💖

Scegli come sostenere B17tv
- Una Tantum - Abbonamento - CriptoValuta -

Dona una Tantum

* Dona in Abbonamento
* Potrai sempre disdire l'abbonamento in qualsiasi momento vorrai tramite il seguente link
- Disdici il mio Abbonamento -
oppure contattando direttamente B17tv.com
Dona CriptoValuta

Bitcoin:



Ether - ₮ Tether - $ USDC - Tokens (ERC-20):



₳ Cardano:




Non ci sono commenti.

          CAPTCHA

          Preferenze Cookie e accettazione dei termini sulla Privacy

          Questo sito utilizza cookie per garantire la fruizione dei contenuti digitali e per facilitare la navigazione e, previo consenso dell'utente, cookie e strumenti equivalenti, anche di terzi, per accedere ad altre funzioni.
          Facendo click sul pulsante seguente accetti l'utilizzo di tali strumenti, i nostri termini di servizio e l'informativa sulla Privacy di B17tv.com