Viva la Guerra!


Il "Global Financyal System" Ama la Guerra

La follia bipartisan, che alimenta il grande gioco dell’emissione del credito, solo a chi sarà in grado di ripagare il servizio del debito (ai soliti noti), è stata nuovamente messa in scena la scorsa settimana quando il Congresso degli Stati Uniti ha risposto alla richiesta del governo di ulteriori 37 miliardi di dollari di aiuti aggiuntivi all’Ucraina con ulteriori 45 miliardi di dollari , portando il sostegno degli Stati Uniti, al suo assistito usa e getta, al totale di 111 miliardi di dollari.

L’aiuto alla guerra fa parte di un disegno di legge di spesa complessiva approvato da entrambe le camere del Congresso di un gigantesco $ 1,7 trilioni (17 mila miliardi) che include $ 858 miliardi in spese per la difesa e che superano di gran lunga qualsiasi somma mai spesa da un governo degli Stati Uniti nella sua storia. Di questi $ 858 miliardi, $ 817 miliardi saranno assegnati direttamente al Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, mentre i restanti $ 29 miliardi saranno assegnati a programmi di sicurezza nazionale all’interno del Dipartimento dell’Energia.

Armare Taiwan

I fondi NDAA (National Defense Authorization Act) del 2023 saranno utilizzati anche per rafforzare Taiwan nel Pacifico con 12 miliardi di dollari per l’acquisto di armi dal complesso industriale militare statunitense (ovviamente quei 12 miliardi di dollari saranno comunque emessi come prestito e dovranno essere rimborsati nel corso dei prossimi cinque anni).
Di questo fondo, $ 100 milioni saranno girati direttamente agli appaltatori per alimentare un fondo di emergenza che sarà utilizzato da Taiwan in caso di qualsiasi conflitto futuro

Inoltre, Taiwan sarà invitata a partecipare alla prossima esercitazione militare nel Pacifico guidata dagli Stati Uniti nel 2024 per un Indo-Pacifico libero e aperto.
Queste esercitazioni saranno il più ampio sfoggio dell’arsenale anti-cinese della NATO del Pacifico (nota anche come Quad) che sarà potenziata con ulteriori 11,5 miliardi di dollari assegnati alla Pacific Deterrence Initiative per contrastare la maligna influenza cinese nel Pacifico.

Proprio come l’Ucraina ha subito le rivoluzioni colorate orchestrate dagli Stati Uniti nel 2004 e nel 2014, anche Taiwan è stata coinvolta in un cambio di regime, tramite la rivoluzione dei girasoli del 2014, sostenuta dal National Endowment for Democracy ( NED ), che ha visto il partito del Kuomintang destituito dal potere proprio quando le fasi finali di un l’accordo di integrazione economica con la Cina continentale era in fase di definizione.
Dopo di che decine e decine di miliardi di dollari sono stati assegnati per l’acquisto di aerei da combattimento e navi per la difesa di Taiwan, uno dei maggiori e più pericolosi incrementi di spesa di quest’anno sarà di fatto assorbito da una vera fissazione per la guerra, anche nello spazio. $ 5,3 miliardi infatti saranno diretti verso la “forza spaziale” degli USA e lo sforzo in corso per militarizzare lo spazio come una nuova dimensione della guerra nel 21° secolo (che sarà di $ 333 milioni in più rispetto a quanto originariamente richiesto dagli stessi funzionari militari delle forze spaziali).

Le origini della corsa al riarmo

Sarebbe una bugia affermare che questo programma di preparazione per un nuovo sterminio umano sia nato nel 2022 o anche sotto le precedenti presidenze di Trump o Obama.

Se si vuole cogliere il seme della dottrina politica odierna, sarebbe necessario rileggere il rapporto del 2000 Rebuilding America’s Defenses (RAD) del Project for a New American Century,

in cui i cultisti della fine della storia affermavano:

Il RAD immagina un futuro in cui gli Stati Uniti hanno il controllo completo di terra, mare, aria, spazio e cyberspazio del pianeta Terra. Trova discutibili le limitazioni imposte dal trattato ABM e sollecita una nuova interpretazione del programma di scudo difensivo Guerre stellari di Reagan.

Oltre a chiedere l’uscita degli Stati Uniti dal Trattato ABM (che è stato prontamente stracciato sulla scia dei fatti dell’11 settembre), gli autori del RAD delineavano in modo chiaro e dettagliato la logica alla base della necessità di un nuovo ramo dell’esercito degli Stati Uniti nota come forza spaziale. Gli autori hanno affermato che gli Stati Uniti devono assicurarsi il:

controllo dei nuovi beni internazionali nello spazio e nel cyberspazio, e aprire la strada alla creazione di un nuovo servizio militare - le forze spaziali statunitensi - con la missione del controllo spaziale.

Delineando la dottrina della Full Spectrum Dominance, il rapporto del PNAC scrive a pagina 51:

Deve essere costruita una rete contro gli attacchi limitati (guerra convenzionale), in grado di proteggere gli Stati Uniti, i suoi alleati e le forze schierate. Questo deve essere un sistema a strati di componenti terrestri, marittimi, aerei e spaziali.

Ma uno degli aspetti più pericolosi e inquietanti del RAD si trova a pagina 60, dove gli autori delineano un programma militare che presto crebbe in proporzioni oscene sulla scia degli attacchi all’antrace del 2001 che giustificarono il successivo passaggio del Bioshield Act di Dick Cheney del 2004 che aprì la strada alla nascita degli oltre 320 biolab gestiti dal pentagono in mezzo mondo e dove anche la conversione delle armi biologiche dal regno del terrore a uno strumento politico utile è potenzialmente possibile, nel documento si legge:

Anche se potrebbero essere necessari diversi decenni prima che il processo di trasformazione si dispieghi, col tempo l’arte della guerra aerea, terrestre e marittima sarà molto diversa da come è oggi e il ‘combattimento’ probabilmente avrà luogo in nuove dimensioni: nello spazio, nel “cyber-spazio” e forse nel mondo dei microbi… Lo spazio stesso diventerà un teatro di guerra, man mano che le nazioni avranno accesso alle capacità spaziali e faranno affidamento su di esse; inoltre, la distinzione tra sistemi spaziali militari e commerciali combattenti e non combattenti diventerà sfumata. I sistemi informativi diventeranno un importante centro di attacco, in particolare per i nemici degli Stati Uniti che cercano di cortocircuitare le sofisticate forze americane. E le forme avanzate di guerra biologica che possono prendere di mira genotipi specifici possono trasformare la guerra biologica dal regno del terrore a uno strumento politicamente utile

Difendere l’Ucraina

Ora come verrà utilizzato il progetto per bruciare miliardi di dollari in Ucraina per portare acqua al mulino dei soliti noti e alla loro agenda?

Quello che sappiamo è che 22,9 miliardi di dollari andranno a Kiev che li dovrebbe utilizzare per acquistare armi da appaltatori privati della difesa con sede negli Stati Uniti mentre gran parte del resto sarà utilizzato da ONG e organizzazioni non profit che il più delle volte saranno gestite da figure strettamente legate a quelle stesse creature che sguazzano nella palude di Washington e che poi hanno votato per questi disegni di legge.

Questi fatti scomodi sono stati delineati ripetutamente dalla senatrice repubblicana Marjorie Taylor Greene, spesso calunniata, i cui molteplici tentativi di creare una qualche forma di supervisione e controllo delle elemosine all’Ucraina hanno incontrato livelli di resistenza assurdi da quando la federazione Russa è intervenuta direttamente in Ucraina. Anche quando recentemente si scoprì che le operazioni dell’exchange di criptovalute FTX (uno dei principali partner di Kiev e del World Economic Forum) erano semplicemente un’organizzazione per il riciclaggio di denaro che infondeva ingenti somme nelle casse del DNC collegate alle operazioni ucraine.

Ma come già ci hanno ricordato i Panama Papers, oltre al il laptop di Hunter Biden, certi American Jobs in Ucraina sono ed erano normali, ma chiedere il rendiconto di queste cifre (finanziate in modo folle dal Federal Reserve System che alimenta il Global Financyal System) che tocca un nervo troppo vicino al Pentagono, sarà impossibile!
Casualmente infatti, il Dipartimento della difesa USA ha fallito il suo quinto audit consecutivo nel novembre 2022 con oltre il 65% delle sue attività e spese non contabilizzate. In buona sostanza il governo degli Stati Uniti ha perso le tracce di almeno 2 trilioni di dollari (ovvero 2 mila miliardi) nel 2022.

La domanda ora è:

"Il popolo americano, e quello occidentale tutto, si accorgerà mai di aver camminato dalla parte sbagliata della storia da troppi anni o il punto di non ritorno è già stato superato?"

A ognuno di voi lascio l’ardua risposta.

Supporto a B17tv

IL TUO SUPPORTO È FONDAMENTALE PER MANTENERE ACCESA B17tv.

DONAZIONI in Giugno 2024
0
/ 1500€
Dal 1° Giugno, B17tv ha raccolto 320 EURO, ovvero circa il 21,3% del budget mensile necessario per portare avanti il lavoro di B17tv.
SOSTENITORI in Giugno 2024
0 sostenitori

💖 Grazie per il tuo sostegno! 💖

Scegli come sostenere B17tv
- Una Tantum - Abbonamento - CriptoValuta -

Dona una Tantum

* Dona in Abbonamento
* Potrai sempre disdire l'abbonamento in qualsiasi momento vorrai tramite il seguente link
- Disdici il mio Abbonamento -
oppure contattando direttamente B17tv.com
Dona CriptoValuta

Bitcoin:



Ether - ₮ Tether - $ USDC - Tokens (ERC-20):



₳ Cardano:




Thumbnail Image

B17tv

22/10/2023, 09:18

+0-0 

Ciao,

Nello spazio sottostante puoi liberamente commentare e/o esprimere il tuo voto sull'articolo:

"Viva la Guerra!"

L'unica regola è rispettare il tema della pagina.

Grazie.



          CAPTCHA

          Preferenze Cookie e accettazione dei termini sulla Privacy

          Questo sito utilizza cookie per garantire la fruizione dei contenuti digitali e per facilitare la navigazione e, previo consenso dell'utente, cookie e strumenti equivalenti, anche di terzi, per accedere ad altre funzioni.
          Facendo click sul pulsante seguente accetti l'utilizzo di tali strumenti, i nostri termini di servizio e l'informativa sulla Privacy di B17tv.com