Mosca è a caccia dei patriot statunitensi!

Nel Donbass l'esercito ucraino arretra mentre Kiev viene attaccata con i Kinzhal.

Nella notte scorsa, le strutture militari in Ucraina sono state nuovamente attaccate da droni e missili russi. Secondo fonti ucraine, i droni russi Geran hanno colpito le regioni di Mykolaiv, Kirovograd e Odessa. Inoltre, sono stati attaccati obiettivi nella città di Snegirevka, nella regione di Kherson. Al mattino dell'11 dicembre, i missili russi hanno colpito la capitale del Paese. Le autorità locali ucraine hanno confermato che i missili ipersonici Kinzhal hanno colpito strutture strategiche dell'infrastruttura militare. Sembrerebbe che l'obiettivo fosse il sistema antiaereo statunitense Patriot, posizionato sulla riva orientale del fiume Dnieper. Le forze di difesa aerea ucraine non si sono accorte dell'attacco in tempo, poiché le sirene hanno suonato solo dopo che gli obiettivi erano stati colpiti. Anche se l'attacco fosse stato rilevato in anticipo, il sistema Patriot avrebbe avuto difficoltà a respingerlo. Il 16 maggio, nella stessa città di Kiev, il sistema Patriot è stato ripreso mentre sparava tutti i suoi 32 missili, senza riuscire a fermare i missili Kinzhal russi. Secondo il Ministero della Difesa russo, in quell'attacco sono stati distrutti il sistema di controllo radar e cinque lanciatori.

I risultati dell'attacco odierno al sistema statunitense Patriot non sono ancora stati resi pubblici. L'esercito ucraino è così spaventato dai missili Kinzhal russi che, quando i loro aerei MiG 31K decollano dalla Russia, dichiarano l'allarme aereo in tutto il Paese. Questo avviene solo se se ne accorgono. Nel frattempo, il comandante delle Forze di terra ucraine, Alexander Sirsky, ha ufficialmente confermato la difficile situazione sul fronte orientale dell'Ucraina. Attualmente, le truppe russe continuano le operazioni offensive lungo tutta la linea del fronte, rendendo la situazione estremamente difficile per i militari ucraini in difesa. L'esercito ucraino è costretto a rafforzare le proprie difese e a razionare le munizioni. I militari ucraini ammettono la perdita di posizioni a Marinka e riconoscono che le loro posizioni sono peggiorate anche ad Avdeevka e nella zona di Bakhmut. Il deterioramento delle posizioni strategiche ucraine nel Donbass è una diretta conseguenza del fallimento della controffensiva di Kiev, durante la quale lo Stato Maggiore ucraino ha perso riserve operative e strategiche. Dopo le sanguinose battaglie degli ultimi mesi nel sud dell'Ucraina, era urgente rafforzare le loro posizioni a est, quindi hanno rapidamente spostato intere unità dall'area di Zaparoge per inviarle in diverse posizioni nel Donbass. Nel frattempo, i russi continuano ad avanzare simultaneamente vicino a Donetsk, Bakmhut, Kupyansk e sul fronte di Zaparoge, mettendo in evidenza la strategia miope di Kiev.

Supporto a B17tv

IL TUO SUPPORTO È FONDAMENTALE PER MANTENERE ACCESA B17tv.

DONAZIONI in Febbraio 2024
0
/ 1500€
Dal 1° Febbraio, B17tv ha raccolto 209 EURO, ovvero circa il 13,9% del budget mensile necessario per portare avanti il lavoro di B17tv.
SOSTENITORI in Febbraio 2024
0 sostenitori

💖 Grazie per il tuo sostegno! 💖

Scegli come sostenere B17tv
- Una Tantum - Abbonamento - CriptoValuta -

Dona una Tantum

* Dona in Abbonamento
* Potrai sempre disdire l'abbonamento in qualsiasi momento vorrai tramite il seguente link
- Disdici il mio Abbonamento -
oppure contattando direttamente B17tv.com
Dona CriptoValuta

Bitcoin:



Ether - ₮ Tether - $ USDC - Tokens (ERC-20):



₳ Cardano:




Non ci sono commenti.

          CAPTCHA

          Preferenze Cookie e accettazione dei termini sulla Privacy

          Questo sito utilizza cookie per garantire la fruizione dei contenuti digitali e per facilitare la navigazione e, previo consenso dell'utente, cookie e strumenti equivalenti, anche di terzi, per accedere ad altre funzioni.
          Facendo click sul pulsante seguente accetti l'utilizzo di tali strumenti, i nostri termini di servizio e l'informativa sulla Privacy di B17tv.com