Nuovo anno e nuove escalation nell'est del mondo.

Anno Nuovo vecchie guerre.

L'inizio del 2024 è stato caratterizzato da un'escalation della guerra sia in Ucraina che in Medio Oriente. Le parti coinvolte nello scontro si stanno scambiando pesanti colpi. Nel tentativo di vendicarsi degli attacchi russi alle infrastrutture militari, Kiev ha condotto un attacco terroristico nella città di Belgorod, causando la morte di almeno 25 civili, tra cui 5 bambini. Altri civili sono stati colpiti dai bombardamenti ucraini nella regione di Belgorod nei primi giorni del 2024. Solo la scorsa notte, sono stati intercettati 8 missili Tocka-U e 13 missili Olkha sopra la città di Belgorod.

Nella notte di Capodanno, le forze ucraine hanno pesantemente bombardato Donetsk, causando la morte di almeno altri 5 civili e il ferimento di altri 14. Il 2 gennaio, una donna è stata uccisa e altri 6 civili sono rimasti feriti a causa dei fuochi provenienti dai MLRS ucraini nella regione di Zaporižžja.

La mattina del 3 gennaio, altri due civili sono rimasti feriti a Tokmak. Il 3 gennaio, le autorità locali hanno segnalato l'intercettazione di un altro missile ucraino nel Mar Nero. Alcune fonti militari hanno affermato che anche un Esse-U 24 ucraino, che ha lanciato il missile Storm Shadow sulla penisola, è stato abbattuto. Gli attacchi ucraini contro i civili continuano nelle regioni russe di confine e nelle ex regioni ucraine che Kiev ha perso, anche se sembrano meno intensi rispetto agli attacchi di rappresaglia russi. Nonostante i tentativi della propaganda ucraina di incolpare Mosca per un presunto genocidio, gli stessi ucraini forniscono prove degli attacchi mirati russi alle infrastrutture militari e, naturalmente, della difesa aerea ucraina che colpisce le strutture civili.

Secondo Zelensky, le forze russe hanno lanciato almeno 500 missili e droni contro l'Ucraina negli ultimi 6 giorni. Mentre l'esercito ucraino mentiva sull'intercettazione di quasi tutti i missili, le esplosioni rimbombavano in tutto il Paese. Negli ultimi giorni, il complesso militare-industriale ucraino è stato sottoposto a massicci attacchi di droni kamikaze Geran, missili di vario tipo, compresi i Kinzhal ipersonici, mentre le forze di difesa aerea ucraine sono state sovraccaricate nel combattere numerosi falsi obiettivi.

La maggior parte degli obiettivi distrutti è rimasta sconosciuta, ma i dati aperti hanno permesso di confermare il danneggiamento di vari depositi di carburante e munizioni, basi militari nascoste, campi d'aviazione ecc. in tutto il Paese. La distruzione di varie imprese utilizzate per la produzione di attrezzature militari, soprattutto UAV, è stata confermata dagli stessi ucraini.

Tra gli obiettivi a Kharkiv, la fabbrica di carri armati Malyshev è stata pesantemente danneggiata. I filmati provenienti da Kiev hanno confermato gli attacchi alla fabbrica di armi Mayak, all'impresa Radioizmeritel e all'ex officina principale dell'impianto Kvazar.

Queste sono solo alcune delle strutture colpite dagli attacchi russi negli ultimi giorni. È probabile che gli attacchi massicci continuino, mentre le truppe russe mantengono l'iniziativa militare in prima linea.

Nel frattempo, in Yemen e in Libano, si stanno intensificando le tensioni a causa della guerra in corso condotta da Israele contro la Striscia di Gaza in Palestina. Nello Yemen, gli Houthi (Ansar Allah) hanno attaccato il sud di Israele e hanno preso di mira le navi del Paese nel Mar Rosso per sostenere Hamas e altre fazioni di Gaza.

Allo stesso modo, in Libano, Hezbollah ha condotto attacchi transfrontalieri contro Israele fin dall'inizio della guerra nella Striscia. Entrambi questi gruppi fanno parte dell'Asse della Resistenza, guidato dall'Iran. Negli ultimi tempi, Stati Uniti e Israele hanno intensificato le operazioni militari contro gli Houthi e Hezbollah, causando gravi tensioni. Il 18 dicembre, gli Stati Uniti hanno risposto agli attacchi recenti degli Houthi lanciando l'operazione Prosperity Guardian per "garantire la sicurezza del traffico marittimo" nel Mar Rosso, a Bab el-Mandeb e nel Golfo di Aden.

Il 31 dicembre, gli elicotteri della coalizione guidata dagli Stati Uniti hanno affondato tre imbarcazioni degli Houthi che avevano attaccato la nave cargo Hangzhou al largo delle coste dello Yemen, causando la morte di almeno dieci soldati. Questo episodio ha acuito le tensioni tra Washington e gli Houthi. Tuttavia, non ha scoraggiato il gruppo che ha attaccato un'altra nave cargo, la CMA CGM Tage, il 3 gennaio. Lo stesso giorno, gli Stati Uniti e i loro alleati hanno lanciato un ultimo avvertimento agli Houthi.

Secondo le informazioni, sembra che gli Stati Uniti stiano valutando la possibilità di condurre attacchi contro lo Yemen. I ribelli Houthi avevano già avvertito che avrebbero reagito a qualsiasi forma di aggressione. Nel frattempo, in Libano, Israele ha aumentato le sue operazioni militari il 2 gennaio, eliminando Saleh al-Arouri, vice leader di Hamas, nel sobborgo di Beirut chiamato Dahiye, che è una fortezza di Hezbollah.

Un drone ha causato la morte dell'alto funzionario di Hamas insieme a due comandanti delle Brigate Izz ad-Din al-Qassam, Samir Findi Abu Amer e Azzam al-Aqraa Abu Ammar, e ad altri quattro membri del loro esercito. L'omicidio rappresenta una grave violazione delle regole di ingaggio con Hezbollah. Il gruppo ha promesso di rispondere nello stesso giorno e il 3 gennaio il suo leader, Hassan Nasrallah, ha avvertito Israele che avrebbe affrontato una lotta "senza limiti" se avesse dichiarato guerra al Libano.

La decisione israeliana di assassinare al-Arouri a Dahiye probabilmente aveva lo scopo di provocare Hezbollah, forse per giustificare l'apertura di un nuovo fronte contro il Libano. Nel complesso, sembra che la guerra si stia avvicinando sia nello Yemen che in Libano. Gli incidenti recenti in entrambi i paesi mostrano come gli Stati Uniti e Israele stiano lavorando attivamente per scatenare un conflitto in Medio Oriente con l'Iran e i suoi alleati.

Supporto a B17tv

IL TUO SUPPORTO È FONDAMENTALE PER MANTENERE ACCESA B17tv.

DONAZIONI in Febbraio 2024
0
/ 1500€
Dal 1° Febbraio, B17tv ha raccolto 209 EURO, ovvero circa il 13,9% del budget mensile necessario per portare avanti il lavoro di B17tv.
SOSTENITORI in Febbraio 2024
0 sostenitori

💖 Grazie per il tuo sostegno! 💖

Scegli come sostenere B17tv
- Una Tantum - Abbonamento - CriptoValuta -

Dona una Tantum

* Dona in Abbonamento
* Potrai sempre disdire l'abbonamento in qualsiasi momento vorrai tramite il seguente link
- Disdici il mio Abbonamento -
oppure contattando direttamente B17tv.com
Dona CriptoValuta

Bitcoin:



Ether - ₮ Tether - $ USDC - Tokens (ERC-20):



₳ Cardano:




Non ci sono commenti.

          CAPTCHA

          Preferenze Cookie e accettazione dei termini sulla Privacy

          Questo sito utilizza cookie per garantire la fruizione dei contenuti digitali e per facilitare la navigazione e, previo consenso dell'utente, cookie e strumenti equivalenti, anche di terzi, per accedere ad altre funzioni.
          Facendo click sul pulsante seguente accetti l'utilizzo di tali strumenti, i nostri termini di servizio e l'informativa sulla Privacy di B17tv.com